Eni, Norvegia chiede piani per prevenire stop fornitura energia a Goliat

lunedì 29 agosto 2016 18:29
 

OSLO, 29 agosto (Reuters) - L'autorità per la sicurezza del settore petrolifero norvegese (Psa) ha chiesto ad Eni di presentare i piani su come prevenire future carenze nella fornitura di energia alla piattaforma Goliat, nel mare di Barents.

La produzione del campo petrolifero è stata sospesa venerdì scorso a causa del blocco della fornitura di energia da terra, che ha provocato un'evacuazione parziale. La fornitura di energia è stata ripristinata diverse ore dopo, ma la produzione di greggio è rimasta bloccata.

Un fatto simile si era verificato nel maggio scorso.

Eni ha annunciato che non riprenderà la produzione sino al completamento della sua indagine sul blocco dell'energia.

La Psa ha chiesto alla compagnia italiana di presentare i piani entro il 5 settembre prossimo. Eni, a cui fa capo il 65% della licenza, e Statoil, partner del Cane a sei zampe, incontreranno alcuni funzionari per discutere quali misure adottare.

Il campo del mare di Barents si stima che custodisca circa 180 milioni di barili di greggio e a giugno ha prodotto circa 72.000 barili al giorno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia