RPT-PUNTO 1-Sisma Italia, Fitch vede perdite limitate per assicurazioni

venerdì 26 agosto 2016 16:59
 

(Elimina refuso in ric Unipol)

MILANO, 26 agosto (Reuters) - L'impatto sulle assicurazioni del terremoto che ha colpito il centro Italia sarà probabilmente limitato.

Lo dice in una nota l'agenzia di rating Fitch, precisando di stimare perdite sotto assicurazione per 100-200 milioni. Le stime riflettono la bassa densità di popolazione e attività d'impresa e la limitata copertura assicurativa nella zona colpita.

"Richieste di questa grandezza non avranno un impatto materiale sui risultati o i profili di credito delle compagnie assicurative italiane. Le assicurazioni danni hanno segnato 2,3 miliardi di premio lordo alle polizze sulle proprietà nel 2015", si legge ancora nella nota.

Ieri il Consiglio dei ministri ha dichiarato lo stato di emergenza, stanziando i primi 50 milioni di euro e bloccando le tasse nei territori colpiti. Questo dovrebbe limitare le perdite per le assicurazioni.

Le perdite per le compagnie assicurative stimate da Fitch sono fra i 40 e gli 80 milioni di euro per le assicurazioni primarie e fra 60 e 120 per le riassicurazioni. Nel terremoto del 2009 l'espositione assicurativa era maggiore, causando perdite alle compagnie per 250 milioni.

Unipol ha detto nei giorni scorsi che l'esposizione complessiva del gruppo al forte terremoto è modesta.

L'espozizione di Generali, che in occasione del sisma a L'Aquila aveva avuto richieste danni per oltre 100 milioni di euro, potrebbe essere attorno ai 20 milioni di euro, dice una fonte.

Analisti e operatori stimano risarcimenti limitati a carico delle compagnie assicurative per il sisma in quanto si è verificato in un territorio prevalentemente rurale e a bassa concentrazione industriale e dunque con perdite potenziali per interruzione dell'attività economica relativamente scarse.   Continua...