Mediaset fa causa a Vivendi per Premium, chiede 50 mln per ogni mese ritardo contratto

venerdì 19 agosto 2016 18:24
 

MILANO, 19 agosto (Reuters) - Mediaset rende noto di aver depositato al tribunale di Milano l'atto di citazione nei confronti di Vivendi a tutela dell'esecuzione del contratto stipulato tra le due società lo scorso aprile per la vendita di Premium.

In una nota la società precisa che l'atto è finalizzato ad ottentere l'esecuzione coattiva da parte del giudice del contratto, oltre al risarcimento dei danni per il ritardo nel suo adempimento, che Mediaset stima in 50 milioni di euro per ogni mese di mancata esecuzione a partire dallo scorso 25 luglio, data in cui Vivendi ha annunciato di non voler onorare l'accordo.

La società della famiglia Berlusconi specifica nella nota che l'atto di citazione non riguarda "il grave danno complessivo che la risoluzione del contratto non onorato comporterebbe" e che stima in una cifra non inferiore a un miliardo e mezzo di euro, ma l'obbligo di esecuzione del contratto stesso.

"Il risarcimento richiesto è quindi relativo unicamente al ritardo già fin qui accumulato e ad eventuali ulteriori ritardi prodotti da fantasiose e dilatorie proposte di accordi diversi dal contratto in essere", conclude la nota.

Da Parigi, Vivendi non ha voluto commentare.

Il mese scorso, Vivendi ha annunciato di non voler rispettare gli accordi per l'acquisizione di Premium , proponendo di acquistare soltanto il 20% del capitale della società rispetto al 100% originariamente concordato e di arrivare a detenere in tre anni circa il 15% del capitale di Mediaset attraverso un prestito obbligazionario convertibile.

Un'offerta respinta in toto dalla società del Biscione.

Per il comunicato integrale gli abbonati Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia