BUZZ BORSA-Mps sale più di settore dopo Npl con Gacs di Pop Bari

venerdì 12 agosto 2016 12:13
 

* A Piazza Affari Mps, in rialzo, sovraperforma il settore bancario in un mercato che guarda con interesse all'operazione sugli Npl annunciata da Banca Popolare di Bari con l'utilizzo dei Gacs, prima cartolarizzazione sul mercato italiano con garanzia pubblica.

** L'operazione dell'istituto pugliese, apripista per le altre banche italiane, è vista dagli operatori come un benchmark in primo luogo per Mps che a fine luglio, a seguito della bocciatura negli stress test dell'Eba, ha annunciato un piano, approvato da Bce e Ue, per cedere l'intero portafoglio sofferenze da 9,2 miliardi al 33% del valore nominale, coprendo le perdite con un aumento da 5 miliardi.

** Intorno alle 12,00 Mps guadagna il 2,46% a 0,254 euro a fronte di un rialzo del settore bancario italiano dello 0,58%. Forte anche CARIGE (+3,7% a 0,324 euro) anch'essa impegnata in un impegnativo piano di cessione sofferenze.

** Gli operatori sottolineano che gli Npl di Pop Bari sono stati valorizzati ad un prezzo al 30-33%, in linea con quelli di Mps e ad un valore decisamente superiore al 18% imposto alle quattro banche del centro Italia salvate a inizio anno. "La situazione bancaria italiana sul tema sofferenze è molto complessa ed è difficile fare paragoni ma qualcosa si sta muovendo", commenta un trader.

** Secondo un analista, nonostante le cartolarizzazioni debbano essere analizzate in modo diverso a secondo i rating assegnati e gli asset sottostanti, la lettura sulla struttura dell'operazione annunciata da Pop Bari, è positiva per le banche, e sopra le attese di mercato.

** Banca Popolare di Bari ha ceduto un portafoglio di Npl di circa 480 milioni di euro ad un veicolo di cartolarizzazione ex legge 130/99. Il veicolo ha emesso tre note Abs: una senior, rating investment grade BBB(High)/Baa1 da parte di DBRS e Moodys, pari a 126,5 milioni; una mezzanine, rating B(High)/B2 da parte di DBRS e Moodys, pari a 14 milioni; una junior, senza rating, di 10 milioni.

** Per quanto riguarda il rendimento delle obbligazioni, la classe senior avrà una cedola pari all'euribor 6 mesi più 50 punti base e incorpora nella struttura il premio dovuto al ministero dell'Economia per la garanzia dei titoli. Il rendimento della classe mezzanine è pari a all'euribor 6 mesi più 6%. Infine, la classe junior potrà avere rendimenti più rilevanti, "sulla base della richiesta che potrà pervenire dagli investitori finali", dice Pop Bari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia