BORSE EUROPA sostenute da buone prospettive utili, giù Rbs

venerdì 5 agosto 2016 12:03
 

INDICI                        ORE 11,30   VAR %    CHIUS. 2015
 EUROSTOXX50                   2938,35     0,2      3267,52
 FTSEUROFIRST300               1334,35     0,2      1437,53
 STOXX BANCHE                  131,36      0,77     182,63
 STOXX OIL&GAS                 276,67      0,8      262,31
 STOXX ASSICURAZIONI           222,58      -0,37    285,56
 STOXX AUTO                    475,79      1,43     565,06
 STOXX TLC                     301,33      0,62     347,10
 STOXX TECH                    355,32      0,19     355,86
 
    MILANO, 5 agosto (Reuters) - L'azionario europeo sale nell'ultima seduta
della settimana trainato da convincenti aggiornamenti sulle prospettive di
profitto di alcune aziende, come il gruppo cementiero LafargeHolcim, mentre cade
Royal Bank of Scotland dopo aver riportato perdite più ampie nella semestrale.
    Lo STOXX 600 guadagna intorno alle 11,30 lo 0,4%, ma è ancora in
procinto di chiudere la sua prima settimana in rosso dalle ultime quattro,
appesantito dalle perdite delle banche dopo la diffusione degli stress test
europei.
    L'indice britannico FTSE 100 ha toccato un nuovo massimo dell'anno
dopo il taglio dei tassi della Bank of England che ha anche sorpreso il mercato
avviando un programma di acquisto di bond.
    LafargeHolcim balza del 5,8% dopo aver confermato la sua guidance e
superato le attese sugli utili del trimestre, grazie a prezzi di vendita più
elevati e maggiore efficienza.
    Queste buone notizie sugli utili hanno spinto anche altre azioni come DSV
 e Evonik, entrambe tra i migliori rialzi in Europa, con
progressi rispettivamente del 3,1% e del 4% .
    Hugo Boss sale 6,8% dopo che la casa di moda tedesca ha superato
le attese sugli utili operativi del trimestre e con il nuovo AD Mark Langer che
ha annunciato di voler chiudere altri circa 20 negozi.
    L'indice europeo dei bancari sale dell'1%, indirizzato a chiudere in
rialzo per la terza seduta di fila. L'indice era calato lunedi e martedì dopo
gli stress test.
    Mediobanca sale del 6% dopo aver proposto un più alto dividendo e
aver battuto le attese sugli utili con ricavi record.
    Invece è pesante Royal Bank of Scotland che perde 4,5% per aver
riportato perdite più ampie nel semestre ed avere accantonato i piani per
trasformare la sua Williams & Glyn in una banca autonoma, a causa
dell'instabilità causata dal voto sulla Brexit.
    Monte dei Paschi, uscito come il peggiore agli stress test,
continua a essere sotto pressione per le preoccupazioni sulla capacità di
realizzazione del piano di ristrutturazione annunciato. Le azioni hanno toccato
un nuovo minimo recordo in calo di circa 1%.
    Altro titolo in rosso è Novo Nordisk. Le azioni sono cadute
dell'8,4% dopo che il produttore di medicinali danese ha tagliato le stime di
crescita dei profitti per l'anno.
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia