Bper, Cet1 fine giugno al 14,49% dopo ok a modelli interni, utile sem1 in calo

giovedì 4 agosto 2016 18:04
 

MILANO, 4 agosto (Reuters) - Bper a fine giugno ha registrato un Cet1 phased in del 14,49% e fully loaded del 14,13% dopo aver ottenuto l'ok all'utilizzo dei modelli interni per la misurazione del rischio di credito.

Lo dice la banca in una nota sottolineando che gli stress test condotti dalla Bce hanno "confermato la resilienza del gruppo a scenari macroeconomici particolarmente penalizzanti" con un impatto sul Cet1 in linea con il valore medio registrato dalle banche europee che hanno partecipato agli stress test dell'Eba.

L'utile netto del semestre è in calo a 64,7 milioni da 73,2 milioni, dopo proventi straordinari (30,2 milioni riferiti alla cessione di Visa Europe e del contributo straordinario al single resolution fund (15,1 milioni).

Il margine di interesse è sceso del 5,2% su base annua a 590,4 milioni, mentre le commissioni nette sono sostanzialmente stabili a 358,1 milioni. Il risultato del trading si attesta a 73,5 milioni (-2,4%).

Nel periodo sono state realizzate rettifiche su crediti per 272,1 milioni in calo dell'11,6%. La copertura delle sofferenze nette è al 58,5%, quella sulle inadempienze probabili al 22,1% e quella sui crediti scaduti all'8,2%. Questi valori non tengono conto della cessione di un portafoglio di sofferenze per un valore di libro di 450 milioni perfezionata a luglio.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia