PUNTO 1-Rcs, Cairo nominato presidente e AD, dimessi Costa e Cioli, domani in visita al Corsera

mercoledì 3 agosto 2016 20:00
 

di Claudia Cristoferi

MILANO, 3 agosto (Reuters) - Urbano Cairo è diventato presidente e AD di Rcs, in seguito alle dimissioni del presidente Maurizio Costa, dell'AD Laura Cioli e del consigliere Gerardo Braggiotti.

Lo ha detto lo stesso imprenditore al termine del Cda che lo ha cooptato insieme a Marco Pompignoli e Stefania Petruccioli.

L'assemblea per il rinnovo completo del Cda, alla luce del cambio di controllo del gruppo editoriale, si terrà il 26 settembre, ha aggiunto Cairo, arrivato da detenere quasi il 60% di Rcs attraverso un'offerta di acquisto e scambio che ha inaspettatamente battuto la contro-Opa lanciata da un nucleo di soci storici raccolti intorno a Mediobanca e affiancati da Andrea Bonomi.

Parlando con la stampa, Cairo ha detto che "in questa fase di transizione siamo entrati in tre, io come presidente con deleghe quindi anche come AD. Devo dire che entrare qui è stato emozionante. Ringrazio il presidente Costa, l'ingegner Cioli e il consigliere Braggiotti che hanno dato la loro disponibilità a dimettersi. Non era scontato, l'ho molto apprezzato. È utile e importante".

Il neo presidente di Rcs ha aggiunto che quest'anno non andrà in vacanza: "È importante cominciare rapidamente perché devo ancora conoscere bene l'azienda. Domani andrò in via Solferino (sede del Corriere dela Sera, ndr) a salutare il direttore e tutti quelli che ci lavorano".

Alla domanda su cosa farà nei primi 100 giorni, Cairo ha spiegato di pensare "che prima le cose si fanno poi si dicono", aggiungendo poi che è "un'ipotesi" il trasferimento di Cairo Communication nella sede di Rcs.

Infine, sulla battaglia legale portata avanti dai promotori dell'Opa perdente, che hanno fatto ricorso al Tar del Lazio, ha detto: "Posso solo dire che noi abbiamo operato in maniera limpidissima e trasparente. Sono tranquillissimo. Poi se c'è qualcuno che ha dei dubbi è bene che li faccia (i ricorsi) e qualcuno giudicherà". Il Tar dovrebbe esprimersi il 30 agosto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia