Fiat Chrysler, denuncia per caso di morte con Jeep Grand Cherokee richiamato

mercoledì 3 agosto 2016 09:13
 

LOS ANGELES, 3 agosto (Reuters) - I genitori di Anton Yelchin, attore nell'ultimo "Star Trek", hanno citato in giudizio Fiat Chrysler Automobiles NV (Fca) per negligenza, a causa dell'incidente con un Jeep Grand Cherokee che ha ucciso il figlio.

L'esposto, presentato al tribunale di Los Angeles, si ritiene sia la prima denuncia di un decesso, legato ai richiami che Fca ha fatto in aprile su oltre 1,1 milioni di SUV, perché i veicoli si spostavano dopo l'uscita del conducente.

Yelchin è morto il 19 giugno, a 27 anni, quando il suo Grand Cherokee, che era stato oggetto di un richiamo, si è spostato all'indietro sulla strada ripida della sua casa a Los Angeles e lo ha schiacciato contro un muro di mattoni.

Gary Dordick, l'avvocato che rappresenta i genitori di Yelchin, ha detto che Fiat Chrysler ha iniviato una lettera per il richiamo del veicolo che è stata ricevuta sette giorni dopo la morte dell'attore.

La lettera inviata a Yelchin, mostrata durante una conferenza stampa, dice: "Il tuo veicolo si può spostare, colpendo o ferendo te, i tuoi passeggeri o dei passanti se, prima di uscire, il motore è lasciato acceso, il freno a mano non è attivato e la trasmissione non è nella posizione 'PARK'".

L'autorità Usa per la sicurezza autostradale, National Highway Traffic Safety Administration (Nhtsa), ha detto che il cambio in questione pone chiaramente una questione di sicurezza, che ha portato a centinaia di incidenti e dozzine di feriti.

L'attore, nato in Russia, aveva recitato in Star Trek la parte di Pavel Chekov, navigatore dell'astronave.

(Piya Sinha-Roy)   Continua...