Veneto Banca, piena collaborazione a inchiesta, determinata su azione responsabilità

martedì 2 agosto 2016 16:10
 

MILANO, 2 agosto (Reuters) - Il management di Veneto Banca continuerà ad assicurare piena collaborazione all'Autorità giudiziaria e alla Guardia di Finanza dopo i provvedimenti e le perquisizioni eseguite stamani nell'ambito dell'inchiesta della procura di Roma sulle passate gestioni.

In una nota l'AD dell'istituto di Montebelluna, Cristiano Carrus, dichiara che "la banca è la prima ad essere interessata a fare totale chiarezza su quanto avvenuto in passato" e che il prossimo Cda che sarà nominato nell'assemblea di lunedì prossimo "proseguirà senza indugio e con grande determinazione nell'azione di responsabilità nei confronti di chi si è reso responsabile del dissesto della banca".

Oggi i finanzieri del Nucleo Speciale Polizia Valutaria e del Nucleo di Polizia Tributaria di Venezia hanno eseguito un'ordinanza di arresto ai domiciliari per l'ex AD Vincenzo Consoli, e stanno eseguendo numerose perquisizioni in tutta Italia nei confronti di 14 indagati nell'ambito di un'inchiesta della procura di Roma che ipotizza i reati di aggiotaggio e ostacolo all'autorità di vigilanza.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia