2 agosto 2016 / 10:29 / un anno fa

Mps, sei in corsa per piattaforma Npl, processo si allunga dopo Atlante -fonti

di Massimo Gaia

MILANO, 2 agosto (Reuters) - Sono sei i soggetti in corsa per l'acquisizione di Juliet, la piattaforma di gestione dei crediti deteriorati di Banca Monte dei Paschi di Siena , ma i tempi del processo si sono allungati dopo l'operazione sugli Npl con Atlante.

E' quanto riferiscono due fonti vicine alla situazione.

Ufficialmente, precisano le fonti, la banca senese non ha selezionato una lista di soggetti. Di fatto, però, nelle settimane scorse, pur nel clima di incertezza che ha preceduto il via libera della Bce al piano di salvataggio con aumento di capitale da 5 miliardi, da Rocca Salimbeni è arrivata un'indicazione informale di sei soggetti.

Si tratta di Cerved Credit Management, dell'accoppiata formata da Kkr e Varde Partners, di Apollo Global Management, di Cerberus, della coppia Prelios -Christofferson Robb & Company e di Lone Star.

Le fonti aggiungono che in precedenza era prevista una scadenza a fine agosto per la presentazione delle offerte da parte dei soggetti indicati, ma la deadline è stata rinviata a data da destinarsi.

I soggetti in corsa, secondo quanto spiega una delle fonti, dopo il semaforo verde ottenuto da Bruxelles, hanno ricevuto da Mps una lettera in cui si spiega che "l'operazione procede", ma con un perimetro variato rispetto a quanto indicato in precedenza: inizialmente, infatti, sembrava che il deal prevedesse la cessione della piattaforma di gestione e un contratto di gestione pluriennale di tutti i crediti problematici dell'istituto senese (27 miliardi).

La lettera non specifica il nuovo perimetro dell'operazione, ma è il comunicato di Mps del 29 luglio scorso a farlo: un terzo degli Npl che Mps cederà al 33% del nominale attraverso la maxi-cartolarizzazione verrà dato in gestione a chi si aggiudicherà la piattaforma, ovvero circa 9 miliardi di euro.

Secondo una terza fonte vicina alla situazione, i 9 miliardi lordi saranno costituiti dai crediti non assistiti dalla garanzia pubblica Gacs.

Quaestio Sgr coordinerà e controllerà invece l'intera struttura dell'operazione sugli altri 18 miliardi lordi, sia per quanto riguarda la struttura delle cartolarizzazioni, sia per la gestione dei piani di recupero dei crediti.

Considerate le molte migliaia di posizioni in cui sono divise le sofferenze, si tratta di un'operazione complicatissima, che punta a creare un'industria e sbloccare un settore, al momento, captive, sottolinea una delle fonti.

Dal punto di vista tecnico, come noto, il veicolo si strutturerà in una tranche senior per circa 6 miliardi netti, assistita da Gacs. Una volta ottenuta la garanzia, questi titoli saranno equiparati a bond governativi, su cui non si vedono problemi di collocamento. "Andranno via come il pane", secondo una fonte.

Considerato che il processo di assegnazione del rating, necessario per l'ottenimento della garanzia, è molto lungo, sono allo studio varie soluzioni ponte. In quest'ambito è possibile che Mps intervenga, accanto a un eventuale prestito ponte attorno a 5 miliardi, con un loan vendor residuale e limitato nel tempo.

Il veicolo avrà una dotazione di 1,6 miliardi "equity", costituiti dal possibile earn out degli attuali soci, e altri 1,6 miliardi, apportati da Atlante a fronte della tranche mezzanina. Una volta rimborsati capitale e interessi agli obbligazionisti senior, prima Atlante e da ultimo i possessori della tranche junior potranno godere degli incassi realizzati dalla gestione delle sofferenze.

Nessuno commento da parte dei soggetti citati e da Mps.

-- Hano collaborato Paola Arosio, Stefano Bernabei

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below