July 29, 2016 / 7:07 PM / a year ago

PUNTO 3-Mps, piano con aumento 5 mld con la benedizione di Bce e Ue

4 IN. DI LETTURA

* Mps la banca peggiore in stress test Eba, Cet1 -2,44%

* Piano risanamento prevede aumento da 5 mld

* Pronto consorzio di garanzia

* Ue dice che piano rispetta regole europee (Aggiorna dopo comunicati e conference call)

di Paola Arosio e Stefano Bernabei

MILANO/SIENA, 29 luglio (Reuters) - La Banca centrale europea ha approvato il piano di risanamento di Banca Monte dei Paschi di Siena che prevede la cessione di tutte le sofferenze e un aumento di capitale da 5 miliardi attraverso operazioni di mercato.

L'ufficializzazione è arrivata poche ore prima che la banca risultasse la peggiore nello stress test effettuato dall'Eba con un Cet1 negativo di 2,44% nel caso di scenario avverso.

A tarda sera anche l'Unione europea ha definito il piano in linea con le regole Ue.

Un intervento pubblico avrebbe fatto scattare le nuove norme europee sui salvataggi bancari che impongono di colpire azionisti e obbligazionisti prima di utilizzare soldi dei contribuenti.

Il consorzio per l'aumento è composto, oltre che dai global coordinator e advisor Jp Morgan e Mediobanca, da Goldman Sachs, Santander, Citi, Credit Suisse, Deutsche Bank e Bofa Merrill Lynch.

Lazard è adviser del Monte.

Gli impegni delle banche non includono clausole legate a rischi politici come il referendum costituzionale, ha detto in conference call l'amministratore delegato di Mps Fabrizio Viola, indicando la fine dell'anno come termine per il rafforzamento patrimoniale.

L'aumento da 5 miliardi compenserà maggiori accantonamneti e le perdite da cessione sofferenze, una mossa che permette a Mps di anticipare le richieste della Bce di una cessione di 10 miliardi di crediti deteriorati netti al 2018.

Banchieri e analisti, tuttavia, ritengono non facile per Mps attirare nuovi investitori dopo che l'istituto toscano ha bruciato 8 miliardi di euro negli ultimi due anni e mezzo.

La separazione delle sofferenze avverrà con l'aiuto di Atlante 2, il nuovo fondo per cui si stanno raccogliendo le adesioni che dovrebbe avere una dotazione di 4-5 miliardi, proveniente a larga maggioranza da soggetti privati.

Secondo quanto comunicato da Mps l'intero portafoglio di sofferenze sarà deconsolidato con la cessione a un veicolo di cartolarizzazione per 9,2 miliardi, pari al 33% del valore lordo.

Nell'ambito dell'operazione la Bce ha autorizzato Mps ha escludere gli impatti negativi dell'operazione sui modelli interni.

Agli azionisti Mps verrà assegnata la tranche junior, mentre il fondo Atlante sottoscriverà i titoli mezzanine per 1,6 miliardi. Ad Atlante verranno assegnati anche dei warrant con sottostante nuove azioni pari al 7% del capitale fully diluted post aumento.

Il Cet1 phased in al 31 marzo pro forma tenendo conto dell'operazione si attesta all'11,7%, quello fully loaded all'11,4%. Il Texas ratio scende al 125% dal 260%.

La copertura delle sofferenze verrà incrementata al 67% (1 miliardo di euro), mentre quella media delle inadempienze probabili e delle esposizioni scadute al 40% (2,2 miliardi).

Nella riunione di oggi il cda di Siena ha bocciato la proposta giunta ieri sera da Corrado Passera e Ubs.

Le azioni Mps, che hanno perso l'80% del loro valore da inizio anno portando la capitalizzazione della banca a 900 milioni, hanno chiuso oggi in rialzo del 6% a 0,3082 euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below