Premium, diffusione nota Vivendi contraria a normativa vigente - Mediaset

venerdì 29 luglio 2016 17:03
 

MILANO, 29 luglio (Reuters) - A parere di Mediaset il comunicato diffuso nel primo pomeriggio da Vivendi in merito alla vicenda Premium rappresenta una violazione della normativa vigente sia perché pubblicato a mercati aperti sia per i suoi contenuti.

Una nota della società definisce la mossa del gruppo francese "di carattere totalmente soggettivo e strumentale", osserva che può alterare i corsi di borsa del titolo e aggiunge che il gruppo di Vincent Bolloré dovrà per questo "rispondere in sede civile e penale" anche di questi eventuali danni.

"Quanto ai contenuti, il business plan di Mediaset Premium con le annesse assunzioni di base -- che rientra nel novero delle documentazioni aziendali coperte da obblighi di riservatezza -- era in possesso di Vivendi fin da inizio marzo 2016, oltre un mese prima della firma dell'accordo vincolante" precisa.

Secondo Vivendi, le divergenze che hanno impedito la chiusura dell'operazione Mediaset Premium vanno messe in relazione alla mancata condivisione del modello di business plan.

Nella medessima nota della società transalpina si auspicava però fosse ancora possibile arrivare a un accordo sulla pay tv.

Martedì scorso Vivendi ha fatto marcia indietro su Premium -- di cui avrebbe dovuto sottoscrivere il 100% del capitale -- proponendo di acquistare una quota di 20% e di arrivare al 15% di Mediaset in tre anni tramite un prestito convertibile.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia