PUNTO 1-Mediaset, no a nuova proposta Vivendi, annuncia causa e scivola in rosso

giovedì 28 luglio 2016 19:50
 

* Vivendi valuta causa a Mediaset per diffamazione

* Cfo Giordani: "Contratto è valido, va rispettato"

* Premium in rosso per 37 mln in trim, ma meglio del budget (Riscrive, aggiunge dichiarazioni, posizione Vivendi)

MILANO, 28 luglio (Reuters) - E' guerra totale fra Mediaset e Vivendi. la società di Cologno Monzese respinge la nuova proposta del colosso dei media transalpino - che prevede di rilevare solo il 20% di Premium e non più il 100% della Pay Tv, conferma lo scambio del 3,5% reciprico, ma punta al 15% del capitale del Biscione - e adirà le vie legali.

Pronta la risposta dei francesi che valutano di fare a loro volta causa a Mediaset per diffamazione.

Intanto, a seguito dello stop del processo di vendita, i conti della pay tv saranno riconsolidati a bilancio, e una nuova guidance sull'andamento di Premium sarà pronta per settembre.

Il Cda ha preso atto di quanto comunicato dal management e ha deliberato di respingere la proposta alternativa di Vivendi giudicata irricevibile perché incompatibile con il contratto vincolante già firmato, si legge in una nota.

Il Consiglio ha pertanto dato mandato agli amministratori di adottare tutte le opportune azioni finalizzate a ottenere l'adempimento del contratto da parte di Vivendi e, in caso di inerzia di quest'ultima, di agire in sede civile ed eventualmente anche penale a tutela degli interessi della società.

Quanto al semestre, la società di Cologno Monzese registra una perdita netta consolidata di 27,8 milioni rispetto ai 24,2 milioni di euro registrato nello stesso periodo del 2015. A impattare sul risultato anche gli esborsi di cassa una tantum - derivanti unicamente dalla firma del contratto con Vivendi - pari a 34,6 milioni. Nel primo trimestre i risultati di Premium erano stati esposti separatamente perché considerate attività destinate alla vendita. I ricavi netti ammontano a 1.870,6 milioni in crescita rispetto ai 1.721,1 milioni del primo semestre 2015 L'Ebit di Gruppo scende a 97,3 milioni rispetto ai 137 milioni del precedente esercizio. Quanto alle stime, l'andamento dei ricavi pubblicitari del gruppo dovrebbe mantenersi positivo anche nel terzo trimestre, pur in presenza nei mesi di luglio e agosto del campionato europeo di calcio e delle Olimpiadi trasmessi dai principali competitors.   Continua...