Saipem intende dimostrare inesistenza presupposti rinvio a giudizio società

mercoledì 27 luglio 2016 14:42
 

MILANO, 27 luglio (Reuters) - Saipem è fiduciosa di poter dimostrare che la società non ha responsabilità amministrativa nella vicenda delle presunte tangenti per appalti in Algeria.

"Saipem prende atto della decisione del giudice dell'udienza preliminare di disporre il rinvio a giudizio anche nei confronti della società e confida di potere dimostrare nel giudizio di merito di primo grado l'inesistenza dei presupposti per dichiarare la responsabilità amministrativa della società", spiega in una nota.

Oggi il gup del tribunale di Milano Manuela Scudieri, nell'ambito dell'inchiesta sul presunto pagamento di tangenti appalti in Algeria, ha rinviato a giudizio per corruzione internazionale l'ex AD di Eni Paolo Scaroni, l'ex responsabile per il Nord Africa del gruppo Antonio Vella, oltre alle due società Eni e Saipem nell'ambito della legge 231 sulla responsabilità penale delle persone giuridiche.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia