Azimut, utile trim2 in leggero calo, Albarelli nuovo AD

giovedì 28 luglio 2016 14:20
 

MILANO, 27 luglio (Reuters) - Utile netto in leggera discesa a 47 da 53 milioni nel secondo trimestre per Azimut che, nel periodo, ha realizzato ricavi in leggero progresso a 179 milioni.

In una nota il gruppo ha annunciato la nomina ad AD di Sergio Albarelli, ex country manager di Franklin Templeton.

Inoltre Azimut ha avviato le trattative per l'acquisto del restante 49% in mano ai soci di minoranza di Augustum Opus Sim, "operazione che sarebbe comunque subordinata al completamento del progetto di riorganizzazione del Gruppo Azimut volto all'esclusione dalla CRDIV, e comporterebbe una fusione della società in Azimut Capital Management sgr" spiega una nota.

Il risultato del semestre - utile netto più che dimezzato a 68 da 180 milioni e ricavi a 313 da 415 milioni - ha risentito del crollo delle commissioni di performance da cui Azimut è altamente dipendente. Banca Akros in una recente nota ricorda che questa voce altamente volatile ha rappresentato circa il 22% dei ricavi di Azimut del 2015, il livello più alto del settore.

In tenuta nel periodo le commissioni ricorrenti a 240,5 da 247,12 milioni.

La posizione finanziaria netta consolidata a fine giugno 2016 risultava positiva per 194 milioni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia