UniCredit, Turchia sempre stata fattore successo - Vita a stampa

giovedì 21 luglio 2016 07:34
 

MILANO, 21 luglio (Reuters) - UniCredit ritiene strategiche le attività nell'Europa centrale e orientale e la sua presenza in Turchia è sempre stata un fattore di successo.

Così il presidente Giuseppe Vita risponde, in un'intervista a Repubblica, a una domanda sulle conseguenze del recente tentativo di golpe in Turchia sulla possibile cessione della partecipata turca Yapi Kredi.

"La nostra presenza in Turchia è sempre stata un fattore di successo. Abbiamo sempre detto che le attività in Europa centrale e orientale sono per noi strategiche", spiega Vita.

Il numero uno di UniCredit aggiunge che sul tema c'è "piena indentità di vedute" con il nuovo Ceo Jean-Pierre Mustier. "Anche lui è convinto che UniCredit è una banca europea con solide radici in Italia. Sarebbe sbagliato rinunciare al nostro status di banca paneuropea".

Sulla governance Vita spiega che UniCredit dovrà ridurre il numero dei consiglieri a 15 da 17 "con gli indipendenti in maggioranza, un 30% alle quote rosa e almeno quattro esperti di settore". Vita appare orientato a non ricandidarsi: "Mi pare opportuno ringiovanire un po' i vertici, anche perché il lavoro del presidente ormai è sempre più impegnativo e a tempo pieno, come anche quello dei consiglieri", dice.

Il nuovo Cda di UniCredit verrà nominato con l'assemblea di bilancio della primavera 2018.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia