Sorgenia, piano in autunno, punta a chiudere 2016 in utile

lunedì 18 luglio 2016 13:30
 

MILANO, 18 luglio (Reuters) - Sorgenia, il produttore e distributore di energia elettrica e gas che da fine 2014 è passato sotto il controllo delle banche a seguito della ristrutturazione del debito, punta a chiude il 2016 in utile, mentre il nuovo piano industriale sarà presentato in autunno.

"Abbiamo già sviluppato il piano industriale in condivisione con i nostri azionisti e saremo in condizione, in autunno, di condividerlo con il mercato", ha detto l'AD Gianfilippo Mancini, Ceo di Sorgenia nel presentare la nuova offerta per l'energia elettrica e gas per la clientela residenziale.

Il piano si basa "su alcuni fondamentali molto chiari, come la nostra competitività in termini di costo di produzione e flessibilità dei nostri impianti che sono nuovi e con grandi prestazioni tecniche e ambientali".

Mancini ha poi sottolineato che "il 2015 si è chiuso con un ebitda in flessione rispetto all'anno passato per via della caduta della domanda ma comunque positivo, con una generazione di cassa di circa 70 milioni".

Il manager ha evidenziato che il risultato netto 2015 "è in rosso perché penalizzato dagli ammortamenti di asset che però non sono cassa, ma il break even è a portata di mano, il risultato netto potrà essere possibile già quest'anno anche se dipende dalle partite contabili".

In conclusione per Mancini, "l'azienda è sana con una vocazione digitale anche perché abbiamo un'azionariato stabile e solido".

Con il salvataggio delle banche la Cir ha ceduto tutte le azioni della società.

Relativamente al capitolo alleanze, sono possibili, ma non con scambi azionari, definiti "del tutto prematuri. Abbiamo fatto accordi di ottimizzazione degli asset come con A2A , che danno buoni risultati e vanno nella direzione di essere sempre più efficienti in un mercato sempre più competitivo".

E anche sulle voci di un accordo con Edison, controllata da Edf, "non c'è nulla di particolare, parliamo con tutti gli operatori di mercato".   Continua...