Banche Italia, qualche forma di ricapitalizzazione sarà necessaria - Carney

martedì 12 luglio 2016 12:50
 

LONDRA, 12 luglio (Reuters) - C'è un rischio macroeconomico in Italia a causa del suo sistema bancario di cui le autorità italiane sono consapevoli, ed è pertanto probabile che ci sarà qualche forma di ricapitalizzazione per alcuni istituti.

E' questo il pensiero del governatore della Banca d'Inghilterra Mark Carney sulla situazione in Italia e in particolare del suo sistema banacario, espressa nel corso di un intervento al Parlamento inglese sul tema Brexit e sulle misure prese dalla banca centrale dopo il voto britannico sull'uscita dall'Ue.

"In termini di gravità della situazione in Italia, sì, questo è un settore che ha il 18% di crediti non performing sullo stock complessivo dei crediti. L'outlook dell'economia è modesto in questa fase e, naturalmente, è rafforzato dai problemi con le banche", ha detto Carney.

"E' probabile che sia necessaria una qualche forma di ricapitalizzazione per alcuni di questi istituti. C'è un rischio macroeconomico di cui le autorità italiane sono consapevoli e per il quale stanno cercando delle soluzioni", ha aggiunto Carney.

In merito ai riflessi della Brexit, Carney ha specificato che "l'esposizione diretta delle banche britanniche verso gli istituti italiani è inferiore all'1% del loro common equity", e nello specifico pari allo 0,9% del capitale.

Inoltre "l'esposizione delle banche britanniche all'economia italiana oggi è di circa l'11% del common equity... è abbastanza modesta e quindi è ben gestibile".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia