Anima, accordo con Fisco su controllata Irlanda, verserà 8,9 mln euro

giovedì 7 luglio 2016 18:11
 

MILANO, 7 luglio (Reuters) - Anima Sgr, controllata di Anima holding ha chiuso un contenzioso fiscale con l'Agenzia delle entrate, arrivando ad un accordo che prevede il versamento di 8,9 milioni di euro.

Lo comunica una nota della società, ricordando come l'oggetto del contendere fossero le poltiiche dei prezzi di trasferimento nei rapporti con la controllata irlandese Anima asset management.

A quest'ultima veniva contestata l'esterovestizione mentre nell'ambito della definizione è stata riconosciuta effettivamente residente in Irlanda, precisa il comunicato.

La scelta di Anima di arrivare ad un accordo sul contenzioso - si legge - "è motivata dalla volontà di evitare l'onerosità di un processo tributario".

L'onere complessivo ricomprende tutte le annualità in contestazione, dal 2004 al 2013, e sarà contabilizzato nell'esercizio corrente.

L'Agenzia delle Entrate ha inoltre riconosciuto la non applicazione delle sanzioni a tutte le annualità coperte dalla documentazione sui prezzi di trasferimento, ovvero a partire al 2005.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia