Rcs, mercato attende rilanci definitivi venerdì dopo mossa tattica Cairo

lunedì 4 luglio 2016 14:32
 

MILANO, 4 luglio (Reuters) - Rcs continua a trattare sopra il prezzo dell'Opa di Bonomi e soci (0,80 euro) e sopra la nuova valutazione dell'Ops di Urbano Cairo (0,75 euro circa), che con l'ultimo ritocco di venerdì sera ha ridotto ma non colmato la distanza con i concorrenti.

Gli occhi sono ora puntati su venerdì prossimo, quando entro mezzanotte entrambi i fronti potranno rilanciare e tentare di prevalere sul concorrente in uno scontro al buio in cui ciascuno avrà la facoltà di giocare l'ultimo jolly senza conoscere la mossa dell'avversario.

Secondo quanto spiega una fonte, dovrebbe essere Consob a decidere quando rendere pubbliche le offerte che potrebbero arrivare venerdì in busta chiusa, in modo da garantire una gara effettivamente al buio e uniformità di informazione.

Cairo ha alzato venerdì il concambio a 0,17 azioni Cairo Communication per ogni titolo Rcs dal precedente 0,16 (quello iniziale era 0,12) ma si è tenuto la facoltà di spingersi fino a 0,20 se si calcola il numero massimo di nuove azioni che è disposto ad emettere.

In un mercato debole, intorno alle 14 Rcs scambia a 0,823 euro (+1,23%), mentre Cairo Communication cede l'1,6% a 4,428 euro. Ai prezzi di chiusura di venerdì (4,5 euro) l'Ops valutava Rcs 0,765 euro.

I broker sono tutti convinti che arriveranno nuovi rilanci prima della chiusura delle offerte il 15 luglio, anche perchè l'ultimo piccolo rialzo di Cairo è letto come una mossa tattica per restare in partita e la contestuale rinuncia alla condizione Mac (che permetteva di ritirare l'offerta in caso di eventi straordinari come la Brexit) è vista come conferma della sua determinazione. Lo stesso Cairo ieri a La Stampa ha spiegato: "La decisione di escludere la clausola Mac dimostra che la nostra offerta è incondizionata e che siamo decisi a giocare la partita fino in fondo".

Difficile che la cordata rivale composta da Diego Della Valle, Mediobanca, Pirelli, UnipolSai e Andrea Bonomi resti con le mani in mano, visto che ha già alzato una volta il corrispettivo dagli iniziali 0,7 euro.

Rcs non perde quindi il suo appeal speculativo, dicono gli analisti, nonostante dal 7 aprile scorso (la prima offerta sul gruppo è arrivata da Cairo l'8 aprile) sia già raddoppiato.

Kepler intanto ha abbassato a "hold" da "buy" il giudizio su Cairo, portando il target price a 4,6 da 5,2 euro per le previsioni di un maggior costo del capitale dovuto proprio alla Brexit. E l'andamento del titolo Cairo è determinante per il successo della sua offerta che si confronta con un'Opa tutta in contanti.   Continua...