BORSE EUROPA nervose, ponderano risposta Bce a Brexit

venerdì 1 luglio 2016 12:52
 

INDICI                       ORE 12,45   VAR %    CHIUS. 2015
 EUROSTOXX50                  2862,66     -0,07    3267,52
                                                   
 FTSEUROFIRST300              1305,94     0,2      1437,53
 STOXX BANCHE                 124,96      -0,41    182,63
 STOXX OIL&GAS                288,1       0,02     262,31
 STOXX ASSICURAZIONI          220,89      -0,36    285,56
 STOXX AUTO                   433,26      2,18     565,06
 STOXX TLC                    303,72      0,2      347,10
 STOXX TECH                   317,94      -0,65    355,86
 
    ROMA, 1 luglio (Reuters) - L'azionario europeo è poco mosso
a metà seduta, con gli operatori nervosi nell'attesa di valutare
le risposte della Bce all'uscita della Gran Bretagna dall'Ue.
    Alle 12,45 italiane, l'FTSEurofirst 300 registra
+0,2%, dopo una mattinata passata a galleggiare tra segno più e
segno meno.
    Le speculazioni circa il possibile allentamento delle regole
sul programma di acquisto di bond da parte della Bce ha spinto
verso il basso l'obbligazionario spagnolo e italiano,
rafforzando inizialmente i titoli bancari dei Paesi più esposti
al debito sovrano.
    Le borse sono scese dai massimi dopo che un membro del board
Bce ha negato che l'istituto centrale abbia piani immediati in
questo senso. 
     Le borse europee, con l'eccezione di Londra,
restano sotto i livelli pre-Brexit, soprattutto nelle piazze più
periferiche.
    Nei primi giorni subito dopo il voto britannico, l'azionario
europeo è stato fortemente venduto, ma la speranza di misure di
stimolo da parte della Bce lo ha fatto successivamente risalire.
    Il comparto bancario, il più esposto al sell-off dei primi
giorni, è anche oggi in leggero ribasso, con Deutsche Bank
 in controtendenza che rimbalza dell'1% dopo i minimi
record visti ieri.
    Pesante anche la tedesca Prosiebensat.1 con un
calo di quasi il 4% dopo che HSBC ha tagliato il target price
sul titolo, mentre Telefonica Deutschland perde poco
più del 3% dopo un downgrade da parte di Credit Suisse.
    Il settore auto sale del 2,2% dopo dati positivi sul
mercato francese a giugno. 
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia