Ilva, presentate due offerte da AcciaItalia e Arcelor-Marcegaglia

giovedì 30 giugno 2016 17:32
 

ROMA, 30 giugno (Reuters) - Le cordate interessate all'acquisizione di Ilva, principale gruppo siderurgico italiano, sono due: da una parte il tandem composto da ArcelorMittal e dal gruppo Marcegaglia e dall'altra AcciaItalia, alleanza formata da Cassa Depositi e Prestiti al 44,5%, Delfin al 33,3% e Arvedi al 22,2%.

La comunicazione è arrivata, con note separate, da parte di entrambi i gruppi dopo la scadenza del termine per le offerte previsto per oggi a mezzogiorno.

Arcelor e Marcegaglia vedono una produzione di acciaio a oltre 6 milioni di tonnellate annue entro il 2020 e prevedono una spesa importante per rafforzare la capacità degli impianti.

Secondo una fonte a conoscenza del dossier, si tratterebbe delle uniche due offerte vincolanti.

Un'altra fonte ha riferito a Reuters che la cordata di cui fa parte anche una controllata del gruppo Bolloré ha presentato un'offerta per rilevare la società Servizi Marittimi e l'intera logistica del gruppo Ilva.

Saga, società del gruppo Bolloré logistics, ha presentato una proposta insieme a Ionian Shipping Consortium (Isc) e a Multi Marine Services (Mms), con cui ha dato vita alla newco Siderlog.

Non si tratta di un'offerta direttamente vincolante, ha detto la fonte. La newco si candida alla gestione della logistica di tutto il gruppo Ilva, "ma solo in associazione alla cordata aggiudicatrice".

"Servizi Marittimi, da tutte le analisi compiute, non può essere scorporata dal resto della struttura aziendale", ha detto la fonte.

Della cordata AcciaItalia faceva parte fino a un certo punto anche la società turca Erdemir che poi ha deciso di smarcarsi. Secondo quanto riferito da una fonte l'altro ieri, la cordata ha a messo sul piatto un impegno finanziario complessivo "compreso tra 500 milioni e meno di un miliardo".   Continua...