Ilva, Cdp decide domani su cordata Arvedi-Del Vecchio, Erdemir esce - fonti

lunedì 27 giugno 2016 17:18
 

ROMA, 27 giugno (Reuters) - Cassa Depositi e Prestiti deciderà domani se confermare la partecipazione alla cordata con Arvedi e Delfin per rilevare Ilva, il più grande gruppo siderurgico italiano, mentre la turca Erdemir si sfila.

Lo hanno detto oggi a Reuters due fonti italiane a conoscenza del dossier.

I vertici della Cassa hanno lavorato a lungo con Arvedi, Erdemir e Delfin (l'holding della famiglia del Vecchio che controlla Luxottica) per mettere a punto offerta economica, piano ambientale ed economico. E sono anche giunti a firmare con i partner un accordo di governance per una "newco" a cui affidare la gestione degli impianti siderurgici. Ma la mancata adesione dei turchi al deal ha creato incertezza sul progetto.

La rinuncia di Erdemir a presentare un'offerta vincolante per Ilva è stata confermata a Reuters da una fonte turca a conoscenza del dossier.

"Sembra che Erdemir non parteciperà alla presentazione delle offerte vincolanti", ha detto la fonte.

La scadenza per presentare le offerte è stata fissata dal governo, dopo diversi rinvii, al prossimo 30 giugno. Ma prima di valutare gli interventi economici, verranno giudicati i piani ambientali proposti dai concorrenti. E il processo per la vendita dell'azienda, da un anno e mezzo in amministrazione straordinaria, durerà almeno sei mesi.

La scorsa settimana Erdemir (che è controllata dal fondo pensione dei militari turchi), dopo aver firmato l'accordo di governance, ha rinviato la decisione su Ilva perché, ha spiegato il chairman Alì Pandir a un canale tv, "non abbiamo ancora informazioni abbastanza solide. Ecco perché non abbiamo ancora deciso se partecipare alla gara".

Una delle due fonti italiane ha detto a Reuters che Erdemir resterebbe comunque disponibile a entrare nei prossimi mesi nella "nuova" Ilva.

Non è stato possibile avere commenti da parte dell'azienda.   Continua...