Ue, sede Eba lascerà Londra dopo Brexit, in corsa Parigi, Francoforte e Milano

lunedì 27 giugno 2016 09:57
 

BRUXELLES, 27 giugno (Reuters) - L'Unione europea si prepara a spostare la sede dell'autorità bancaria europea (Eba) da Londra dopo il referendum che ha sancito l'uscita della Gran Bretagna dal blocco.

E' quanto dicono alcuni funzionari Ue, aggiungendo che per la nuova sede sono in corsa soprattutto Parigi e Francoforte.

Jonathan Hill si è dimesso ed è stato sostituito come capo dei servizi finanziari Ue da Valdis Dombrovskis, primo passo della progressiva esclusione della Gran Bretagna dalle autorità di vigilanza finanziaria, nonché dai mercati dei capitali in Europa.

Alcuni dei più grandi datori di lavoro del settore finanziario in Gran Bretagna, tra cui JP Morgan, stanno cercando nuove sedi in Europa.

L'Eba, i cui 159 dipendenti scrivono e coordinano le norme bancarie in tutto il blocco, dovrebbe trasferirsi "presto", dicono due funzionari.

Tutte le agenzie dell'Unione europea sono basate negli stati membri. Il presidente dell'Eba, Andrea Enria, aveva anticipato, prima del voto, che, in caso di Brexit, avrebbe dovuto lasciare Londra.

Un portavoce Eba spiegava che l'Ue dovrà decidere su dove spostare l'autorità.

Altre capitali europee sono pronte ad accogliere una fetta del settore dei servizi finanziari della Gran Bretagna, che ha contribuito per 190 miliardi di sterline all'economia nel 2014, circa il 12% del Pil. L'Irlanda ha già detto di essere in contatto con le imprese che intendono trasferirsi.

Il settore occupa 2,2 milioni di persone in Gran Bretagna.   Continua...