Generali, Mediobanca non vede salita Caltagirone come atto ostile - Nagel

mercoledì 22 giugno 2016 12:47
 

MILANO, 22 giugno (Reuters) - I continui incrementi della quota in Generali da parte di Francesco Gaetano Caltagirone non sono visti come atto ostile da Mediobanca , primo socio della compagnia.

Lo ha detto il Ceo di Mediobanca Alberto Nagel a margine di un evento a Milano.

"Vediamo di buon occhio tutti i soci che credono nella società. Assolutamente non la vedo come una cosa ostile", ha detto Nagel.

Ieri è emerso da un internal dealing che Caltagirone ha acquistato un altro 0,06% di Generali per 10,4 milioni di euro. Nell'ultimo anno l'imprenditore è salito a circa il 3,2% di Generali.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia