Gasdotto Midcat, dubbi dell'authority francese su necessità realizzazione

mercoledì 15 giugno 2016 11:00
 

PARIGI, 15 giugno (Reuters) - Un nuovo gasdotto tra Francia e Spagna non aumenterà la sicurezza sulle forniture francesi o europee e potrebbe far aumentare il prezzo del gas per i consumatori.

Lo sostiene l'authority francese Cre in un rapporto sulle interconnesioni su gas ed energia transnazionali.

Secondo l'autorità, non c'è bisogno di un nuovo gasdotto, che secondo l'Ue invece contribuirebbe a ridurre la dipendenza dell'Europa dalle importazioni di gas russo.

Snam ha res noto che la sua controllata francese, Tigf, vuole investire in un nuovo interconnettore Midi-Catalonia (Midcat) nei Pirenei orientali, che raddoppierebbe la capacità del trasporto di gas transfrontaliero.

La Commission de Regulation de l'Energie (Cre) ritiene che il progetto Midcat costerà circa 3 miliardi di euro, di cui due miliardi a carico della Francia, per aumentare la capacità di import-export di gas a circa il 15% del consumo di Francia e Spagna.

Secondo Cre, gli operatori dovrebbero stabilire se ci sia la necessità di nuove infrastrutture, cosa non evidente con le attuali condizioni del mercato.

L'autorità aggiunge che dovrebbero essere definiti costi e benefici per ogni paese e che ognuno dovrebbe allocare sostegno finanziario proporzionale ai benefici attesi dal progetto.

Il presidente di Cre, Philippe de Ladoucette, ha spiegato a Reuters che negli ultimi cinque anni la Spagna non ha esportato un singolo metro cubo di gas in Francia.

"Il commissario spagnolo per l'energia spinge per questo progetto, ma oggi non c'è una necessità economica", ha sottolineato, aggiungendo che Midcat non aumenta la sicurezza per la fornitura di gas in Europa.   Continua...