Eni, miliziani puntano ad azzerare produzione petrolio Nigeria con nuovi attacchi

venerdì 3 giugno 2016 15:25
 

LONDRA/ONITSHA, 3 giugno (Reuters) - Il gruppo di miliziani Avengers del Delta del Niger ha rivendicato tre nuovi attacchi in un'infrastruttura petrolifera del Paese nel corso della notte, promettendo di azzerare la produzione della materia prima nel paese.

Gli attacchi sono gli ultimi di una serie di violenze nella regione del Delta che hanno portato a un taglio delle produzione ai minimi da oltre 22 anni e stanno mettendo sotto pressione le già tirate finanze della Nigeria.

Stamani il gruppo ha detto via Twitter di avere fatto saltare un oleodotto nello stato Bayelsa di proprietà di Eni , alcune ore dopo avere attaccato un altro oledotto sempre appartenente alla major italiana così come un altro di proprietà della Shell.

In una nota, i militanti dicono di avere portato la produzione nigeriana a soli 800.000 barili al giorno da 2 milioni.

L'oleodotto Eni è utilizzato per transportare il greggio Brass river.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia