BUZZ BORSA-Banco Popolare debole dopo prezzo aumento ma broker positivi su esito

venerdì 3 giugno 2016 12:46
 

** Banco Popolare in calo a Piazza Affari all'indomani della fissazione del prezzo dell'aumento di capitale fino a circa 1 miliardo che partirà lunedì prossimo, previo via libera della Consob atteso nelle prossime ore.

** Il prezzo è stato fissato a 2,14 euro per azione. Nonostante lo sconto sul Terp (29,3% rispetto al prezzo di chiusura del primo giugno) sia leggermente inferiore alle attese di mercato e ad analoghe operazioni nel settore degli ultimi anni, il titolo risente comunque dell'ammontare importante di nuove azioni in arrivo, con qualche movimento tecnico di chi vende azioni per eventualmente puntare sui diritti da lunedì.

** Intorno alle 12,20 il titolo perde il 2,5% a 4,06 euro dopo avere toccato un nuovo minimo storico di 3,92 euro mentre in avvio seduta gli acquisti avevano spinto il titolo a 4,29 euro. L'indice FTSE Mib sale dello 0,2%, il settore bancario italiano cede lo 0,2%.

** Diversi broker hanno aspettive positive sull'esito della ricapitalizzazione chiesta dalla Bce al Banco Popolare per procedere alla fusione con Bpm, anche se le condizioni di mercato non sono quelle ottimali.

** "Il fatto che lo sconto non superi il 30% "segnala che il consorzio è tranquillo sull'esercizio dei diritti e quindi è un segnale positivo", commenta Equita Sim secondo cui l'aumento è "un'opportunità di acquisto".

** Secondo un analista "il titolo risente di movimenti tecnici. Non vedo rischi che l'aumento vada inoptato, a meno che esca un sondaggio che dia una forte probabilità di Brexit, cosa che al momento non vedo".

** Saranno offerte in opzione fino a un massimo di 465,58 milioni di nuove azioni nel rapporto di 9 nuove azioni ogni 7 possedute, per un controvalore massimo di 996,31 milioni. I diritti saranno negoziabili dal 6 al 16 giugno e potranno essere esercitati entro il 22 giugno. Sulla base della quotazione attuale il prezzo teorico ex-diritto è intorno a 2,98 euro, con il diritto che varrebbe teoricamente 1,08.

** L'aumento di capitale è garantito da un consorzio composto da Mediobanca e Bank of America Merrill Lynch.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia