Poste, governo vara decreto su cessione 29,7% Tesoro - fonte

martedì 31 maggio 2016 18:19
 

ROMA, 31 maggio (Reuters) - Il governo ha varato il decreto sulla cessione del 29,7% di Poste che resterà in mano al ministero dell'Economia dopo l'annunciato conferimento del 35% a Cassa depositi e prestiti (Cdp), secondo quanto riferisce una fonte governativa.

Il Tesoro ha collocato una prima tranche del 35% di Poste sul mercato incassando 3 miliardi. Il titolo ha debuttato il Borsa il 27 ottobre 2015.

Il conferimento dell'ulteriore 35%, annunciato il 25 maggio, avverrà a fronte di un aumento di capitale di Cdp riservato al Tesoro.

L'operazione ha lo scopo di rafforzare la base patrimoniale della Cassa che potrà così raggiungere più facilmente gli obiettivi del suo piano industriale.

Il provvedimento adottato oggi è un decreto della presidenza del consiglio (Dpcm) e serve a disciplinare le modalità di collocamento sul mercato del residuo 29,7% di Poste.

Il governo conta di raccogliere mezzo punto di Pil nel 2016 tramite le privatizzazioni.

(Francesca Piscioneri)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia