PUNTO 1-Italia, Istat conferma Pil trim4, crescita frenata da scorte

venerdì 4 marzo 2016 13:13
 

(Aggiunge dettagli, commenti)

di Elvira Pollina e Antonella Cinelli

MILANO/ROMA, 4 marzo (Reuters) - Nel quarto trimestre il Pil italiano ha frenato ulteriormente il debole ritmo di crescita, complice il contributo negativo delle scorte, mentre consumi, spesa pubblica, investimenti e domanda estera netta hanno sostenuto la marginale espansione dell'economia.

E' quanto emerge dallo spaccato delle componenti pubblicato stamane da Istat, che ha confermato la crescita dell'economia italiana di 0,1% da +0,2% del periodo luglio-settembre.

Nel dettaglio, il contributo positivo della domanda nazionale (0,4 punti, di cui 0,2 dai consumi) è stato di fatto annullato dalle scorte, che hanno sottratto la stessa entità, dopo aver spinto il Pil nella prima parte dell'anno.

"Era prevedibile visto l'andamento della produzione industriale degli ultimi mesi del 2015", commenta Paolo Pizzoli, economista di Ing.

Potrebbe trattarsi di un fenomeno transitorio, scrive l'ex capoeconomista del Tesoro Lorenzo Codogno in una nota, tuttavia il rischio di uno stop al ciclo positivo dei magazzini che ha contraddistinto il 2015 esiste.

Un segnale positivo che ha caratterizzato il quarto trimestre è il ritorno del supporto della domanda estera netta, che nel terzo trimestre aveva sottratto 0,3 punti, e invece nell'ultima frazione d'anno ha fornito 0,1 punti di Pil. Marginale sostegno è arrivato anche dagli investimenti, che hanno aggiunto 0,1 punti di crescita.

"Gli elementi confortanti non mancano", sottolinea Loredana Federico. Tra questi l'espansione congiunturale delle esportazioni (+1,3%) e degli investimenti fissi lordi (+0,8%), anche se squilibrata dal lato dei mezzi di trasporto.   Continua...