CORRETTO-PUNTO 1-Cir, tra una settimana offerta F2i per quota Ardian in Kos -fonte

giovedì 3 marzo 2016 18:25
 

(Corregge a quinto paragrafo valore possibile plusvalenza implicita per Cir)

MILANO, 3 marzo (Reuters) - E' atteso nella seconda metà della prossima settimana il via libera formale del Cda di F2i all'acquisizione della partecipazione dell'operatore di private equity Ardian in Kos, controllata di Cir nel settore della sanità.

E' quanto riferisce una fonte vicina alla situazione. Altre quattro fonti confermano quanto scritto oggi dal Sole 24 Ore, che ha anticipato il deal.

F2i, secondo le fonti, dovrebbe comprare il 46,7% del capitale attualmente nel portafoglio di Ardian, attribuendo al 100% un enterprise value che dovrebbe aggirarsi attorno agli 840 milioni, ovvero dodici volte l'Ebitda dell'anno scorso (circa 70 milioni). Non è detto, precisa una delle fonti, che F2i acquisisca tutta la quota di Ardian; una parte potrebbe essere rilevata da Cir.

Diversamente da come accade normalmente nelle operazioni di buyout, precisa una delle fonti, il deal non prevede il coinvolgimento di un veicolo che acquisti il 100% del capitale: Cir controlla direttamente la partecipazione in Kos e non venderà alcuna azione nel quadro dei riassetto.

La holding del gruppo De Benedetti nel bilancio 2014 aveva in carico la partecipazione in Kos per 99,205 milioni; la quota di Cir, nell'ambito del passaggio del 46,7% a F2i da Ardian, dunque, dovrebbe essere valutata poco più di 430 milioni, compresa la quota parte di debito (100 milioni circa), cifra che indicherebbe una plusvalenza implicita (che, in ogni caso, non verrà iscritta a bilancio) di circa 230 milioni, una volta sottratto l'indebitamento.

Di sicuro Ardian realizzerà un ritorno importante sull'investimento: nel 2010, infatti, riferisce una delle fonti, aveva messo sul piatto equity per circa 150 milioni.

Cir è affiancata da Mediobanca e Lazard nell'ambito del riassetto di Kos. Quest'ultima aveva chiuso il 2014 con ricavi per 392,42 milioni, un Ebitda di 60,379 milioni e un utile di 12,294 milioni. Nei primi nove mesi dell'anno scorso Kos ha realizzato un fatturato di 326,3 milioni, un Ebitda di 53,4 milioni e un utile netto di 13,3 milioni; al 30 settembre scorso l'indebitamento finanziario ammontava a 218,3 milioni.

Kos, si legge sul sito, gestisce 79 strutture tra residenze per anziani (52), ospedali (2), centri di riabilitazione (11), comunità terapeutiche psichiatriche (11), cliniche psichiatriche (3), centri ambulatoriali (24), sedi di service per diagnostica e terapia (30, di cui 14 in Italia, 14 in India e 2 in Gran Bretagna), per un totale di oltre 7.100 posti letto. L'attuale amministratore delegato è Giuseppe Vailati Venturi.   Continua...