Borsa Milano negativa con bancari, giù Mps, balzo Fca, Yoox, Saipem

lunedì 29 febbraio 2016 11:52
 

MILANO, 29 febbraio (Reuters) - La borsa di Milano apre debole dopo il rimbalzo della scorsa settimana, in un mercato dove tornano le vendite sui bancari e che resta fragile sui timori per l'economia globale e per lo stato di salute degli istituti di credito in Europa.

Il G20 si è chiuso con un nulla di fatto, secondo i trader. Uno di loro parla di mercato italiano incerto e vuoto. Nel comunicato finale i ministri e banchieri centrali hanno sottolineato la necessità di andare oltre politiche monetarie ultra espansive per scuotere l'economia globale dal suo torpore.

** Alle 11,45 l'indice delle blue chip FSTE Mib e l'indice FTSE All Share perdono lo 0,54%.

Scambi contenuti a 700 milioni di euro.

L'indice europeo FTSEurofirst 300 cala dello 0,8%.

** ENI in leggero rialzo, con prezzi del greggio contrastati, dopo la diffusione venerdì dei risultati che, nonostante i conti in profondo rosso, evidenziano una crescita della produzione e la conferma della cedola.

** SAIPEM in deciso rialzo dopo aver ottenuto un finanziamento da parte di un consorzio di banche dell'importo di 3,2 miliardi di euro. La società ha quindi estinto integralmente l'indebitamento nei confronti di Eni.

** Il comparto dei bancari perde l'1,92% con POP MILANO in calo di oltre il 2% e BANCO POPOLARE che perde solo lo 0,4%. MPS, percepita come una delle più deboli in termini di qualità degli asset, è sopra i minimi, con un calo di quasi il 5%.

** FIAT CHRYSLER (+3,6%) prosegue rimbalzo dopo i recenti cali, superiori a quelli dei concorrenti Usa . Hanno risvegliato l'interesse sul titolo un ritorno di speculazioni sul fronte M&A, alimentate dalle dichiarazioni di Carlos Tavares, AD di PSA la scorsa settimana.   Continua...