PUNTO 2-Telecom Italia, LetterOne informata da Tim Brasil che non vuole negoziare con Oi

giovedì 25 febbraio 2016 13:30
 

(Aggiunge fonte su Telecom Italia)

25 febbraio (Reuters) - La società di investimenti LetterOne, controllata dal miliardario russo Mikhail Fridman, ha annunciato di non poter proseguire con il piano per agevolare una fusione tra le brasiliane Oi SA e TIM Participações SA.

"L1 Technology è stata informata da TIM che... non desidera approfondire i negoziati, a proposito di un'agevolazione della fusione tra Oi e TIM in Brasile", scrive LetterOne in un comunicato.

"Senza la partecipazione di TIM, L1 Technology non può proseguire con il deal proposto", conclude la nota.

Una fonte vicina alla situazione ricorda che "la proposta di L1 avrebbe comportato che Telecom perdesse il controllo della nuova entità, diluendosi a circa il 30% della combined entity, a fronte di una quota di L1 di circa il 43%. Proposta, quindi, irricevibile per Telecom".

Dopo aver ricevuto la comunicazione di LetterOne, Oi ha inviato un filing alle autorità di borsa in cui Flavio Nicolay Guimarães, direttore finanziario del gruppo brasiliano, dice che "alla luce di questa notifica, Oi continuerà ad analizzare le possibilità di consolidamento nel mercato locale".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia