Tap, Engie sarà cliente dal 2020, non vuole essere azionista

martedì 23 febbraio 2016 14:24
 

MILANO, 23 febbraio (Reuters) - Engie, ex GdF Suez, sarà cliente di Tap e non intende entrare nel capitale del gasdotto che, a partire da 2020, porterà il gas azero in Puglia.

"Di Tap siamo clienti e va bene così, non abbiamo intenzione di diventare azionisti", ha detto il presidente di Engie Italia, Aldo Chiarini, a margine di un convegno sulle utility.

Di recente Snam è entrata nel capitale di Tap con una quota del 20%.

"Dal 2020 ritireremo 2,5 miliardi di metri cubi che saranno utilizzati in Italia", ha aggiunto.

Per Chiarini, "il gas deve restare centrale nella transizione energetica in Europa, il gas è il migliore compagno delle rinnovabili come back up dei cicli combinati perché emette meno Co2 rispetto ad altre materie prime".

Quanto all'andamento di Tirreno Power, ex genco Enel controllata al 50%, "per adesso i primi numeri tornano. C'è un piano industriale, un nuovo management che deve camminare sulle sue gambe. Gli azionisti hanno fatto la loro parte".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia