Mediobanca, su quota Generali minusvalenza inespressa 500 mln a corsi attuali

martedì 16 febbraio 2016 16:19
 

MILANO, 16 febbraio (Reuters) - Mediobanca ha una minusvalenza inespressa sulla quota Generali ai corsi correnti pari a circa 500 milioni di euro.

Lo si legge nella relazione semestrale che ricorda che invece, al 31 dicembre, sul valore del titolo vi era una plusvalenza inespressa di 475,7 milioni e che nel semestre sono state cedute a termine 3,4 milioni di azioni Generali (circa lo 0,22%) per consegna entro il 30 giugno prossimo.

Il 30 dicembre, ultimo giorno borsistico del 2015, Generali valeva 16,92 euro per azione. Da inizio anno il titolo ha perso circa il 32% e oggi quota intorno a 11,5 euro.

Mediobanca detiene il 13,24% di Generali e ha dichiarato l'intenzione di cedere un 3%, indicanado inizialmente il 30 giugno come data entro la quale concretizzare la cessione. La volatilità dei mercati di inizio 2016 ha suggerito tuttavia una maggiore prudenza.

Nella conference call sulla semestrale l'AD Alberto Nagel ha dichiarato che non c'è un obbligo a farlo entro il 30 giugno e che Mediobanca dispone di una flessibilità assoluta.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia