B.Popolare-Bpm al lavoro su ultimi dettagli, difficile annuncio in weekend -fonti

giovedì 11 febbraio 2016 19:18
 

(Aggiunge dettagli)

MILANO, 11 febbraio (Reuters) - Pop Milano e Banco Popolare stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli sul progetto di integrazione presentato ieri dai vertici dei due istituti a Banca d'Italia e Bce in due incontri a Roma e Francoforte.

Secondo fonti vicine alla situazione si tratta di aggiustamenti che non cambiano i termini complessivi del merger già delinato, anche se ad oggi i consigli non sono ancora convocati e quindi difficilmente si potrà procedere ad un annuncio di trattative formali già in questo weekend, anche in attesa di un via libera da parte della Bce.

"Le basi sono ottime, non ci sono molti paletti nè bastoni fra le ruote. Solo qualche aggiustamento niente di sconvolgente", dice una fonte.

Di "dettagli" parla anche una seconda fonte, ricordando però che, "come tali prendono del tempo, ma non si tratta di rifare i compiti dall'inizio".

Tra gli elementi oggetto di approfondimenti la struttura del nuovo gruppo che prevede in particolare la crezione di una Bpm, banca-rete con un autonomia che i regolatori vorrebbero limitata, quantomeno nel tempo.

Le due popolari puntano a un 'merger of equals' con una governance bilanciata di tipo monistico.

Lo schema delineato prevede Giuseppe Castagna AD, Carlo Fratta Pasini presidente del Cda a 19 membri. Maurizio Faroni, attuale Dg del Banco Popolare manterrebbe lo stesso ruolo nel nuovo gruppo, mentre Pier Franceso Saviotti dovrebbe assumere la presidenza del comitato esecutivo.

(Andrea Mandalà, Paola Arosio)   Continua...