Banco Popolare, in 2015 torna in utile per 430 mln, dividendo 15 centesimi

martedì 9 febbraio 2016 18:53
 

MILANO, 9 febbraio (Reuters) - Dopo quattro anni consecutivi di perdite Banco Popolare torna all'utile nel 2015 con un risultato netto di 430,1 milioni che consente la distribuzione di un dividendo di 15 centesimi per azione.

L'ultimo dividendo pagato dal gruppo veronese è relativo all'esercizio 2010 ed era pari a 3 centesimi per azione.

Il risultato beneficia del deciso calo delle rettifiche su crediti che scendono a 803,9 milioni da 3,5 miliardi, effetto della pesante pulizia del portafoglio crediti nell'ultimo trimestre del 2014 dopo gli Aqr e della Bce.

Ad influenzare il risultato, relativamente all'ultimo trimestre del 2015 sono anche le plusvalenze realizzate con la cessione delle quote detenute in Icbpi ed Arca Sgr rispettivamente pari a 172,6 e 68,7 milioni.

Le esposizioni nette deteriorate a fine dicembre ammontano a 14,1 miliardi, in calo di 0,2 miliardi rispetto sia al dato del 31 dicembre 2014 sia a quello del 30 settembre 2015.

Sempre al netto delle rettifiche di valore, le sofferenze ammontano a 6,5 miliardi.

I ricavi aumentano a dell'8,5% a 3,66 miliardi di cui 1,54 milioni di margine di interesse, sostanzialmente stabile sul 2014.

Sul lato capitale il coefficiente CET1 phased in è pari al 13,2%, quello fully phased al 12,4% sopra il target minimo fissato dallo Srep della Bce del 9,55%.

Per il testo integrale del comunicato i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia