UniCredit, no rischi per piano da mercati, non tratta cessione retail Austria

martedì 9 febbraio 2016 18:22
 

MILANO, 9 febbraio (Reuters) - UniCredit conta di migliorare la posizione patrimoniale anche nel 2016 nonostante la crescita di 90 punti base del 2015 del Cet1 non appare semplice da replicare e ritiene che al momento non ci siano grossi rischi per il piano industriale dalla volatilità dei mercati.

"Al momento non vedo grossi rischi, considerato anche che in momenti come questi la diversificazione non guasta. Ho per esempio uan grande fiducia nei paesi Cee", ha detto il Ceo Federico Ghizzoni nella conferenza stampa sui conti 2015.

Sul capitale "contiamo di migliorare la posizione rispetto a oggi ma resterei più prudente rispetto alla grande crescita vista soprattutto nell'ultima parte del 2015, ripetere i 90 punti base non è semplice", ha aggiunto.

Ghizzoni ha poi smentito le voci di colloqui in corso per la cessione del retail in Austria. "Abbiamo firmato un accordo con il working council austriaco e dobbiamo implementarlo al 100%. Non stiamo parlando con nessuno", ha detto.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia