Banca Generali, utile netto trim4 +31%, proposta cedola 2015 a 1,2 euro

mercoledì 10 febbraio 2016 12:54
 

MILANO, 10 febbraio (Reuters) - Utile netto in crescita del 31% a 37,5 milioni di euro per Banca Generali nell'ultimo trimestre dell'esercizio 2015 che va in archivio in nero per 203,6 milioni (+27%), un risultato in linea con le Smart Estimates Thomson Reuters di 200 milioni circa.

Robuste le commissioni nette nel periodo - +33,4% a 81,4 milioni- che hanno alimentato il margine di intermediazione (99 milioni, +11,7%) a fronte di costi in diminuizione in valore assoluto del 3%, se si esclude il contributo straordinario per i salvataggi bancari pari a 8,7 milioni. In contrazione di quasi il 40% il margine di interesse a circa 15 milioni.

L'ipotesi per il 2015, secondo una nota della banca, è di distribuire un dividendo di 1,2 euro per azione rispetto alla cedola di 0,98 euro dell'esercizio precedente.

Banca Generali si conferma solida sul fronte patrimoniale con un Cet 1 ratio al 14,3% e total capital ratio al 15,9%.

Gli attivi risultano al 99% investiti in obbligazioni con una duration media pari a 1,8 anni.

Pur con atteggiamento vigile "di fronte alle complesse sfide dei mercati, accentuatesi peraltro in questo avvio del 2016", l'AD Piermario Motta ha dichiarato di essere "più che mai ottimista sul futuro della banca".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia