Bpm, trattative M&A in fase finale ma tempi indefinibili, no aumenti capitale - AD

lunedì 8 febbraio 2016 19:20
 

MILANO, 8 febbraio (Reuters) - Pop Milano è alla fase finale per delineare un'operazione di aggregazione, che non vedrà un aumento di capitale, ma i tempi sono tuttora indefinibili.

Lo ha detto l'AD Giuseppe Castagna nel corso della conference call sui risultati del 2015 rispondendo alla domanda di un'analista

"L'analisi è stata lunga, siamo arrivati a una selezione naturale, e ora siamo più impegnati nella definizione di alcuni criteri finali che, come al solito, prendono sempre un tempo abbastanza indefinibile perchè trovare la parola fine anche su un percorso fatto insieme non è mai facile", ha detto Castagna.

L'AD non ha citato, come potenziale partner, il Banco Popolare, anche se la domanda dell'analista si riferiva ad un'operazione, data per imminente, con il gruppo veronese.

"Siamo sulla buona strada, ci siamo impegnati molto. Siamo nel momento migliore, per quanto ci riguarda, per potere affrontare una nuova importante operazione insieme con un partner. Non vediamo l'ora, se ce ne saranno i presupposti di poterla annunciare", ha aggiunto.

Castagna ha escluso inoltre un aumento di capitale a valle dell'operazione di fusione.

"Stiamo valutando tutte le operazioni che non comportano un aumento di capitale per sistemare situazioni pregresse", ha detto.

"Non ci sarà un aumento di capitale come conseguenza dell'operazione", ha ribadito.

L'AD non ha tuttavia escluso eventuali operazioni di rafforzamento patrimoniale in futuro, nella nuova configurazione post merger, finalizzato alla crescita esterna.   Continua...