Credem, utile netto 2015 +9,5%, CET1 phased-in 13,5%

lunedì 8 febbraio 2016 18:48
 

MILANO, 8 febbraio (Reuters) - Il Credito Emiliano ha chiuso il 2015 con utile in crescita e coefficienti patrimoniali al di sopra dei minimi assegnati dalla Banca d'Italia.

L'utile netto, si legge in un comunicato, è salito del 9,5%, a 166,2 milioni.

Il CET1 phased-in si è attestato al 13,53%, rispetto al 7% richiesto dagli Srep (fully phased 12,24%); il total capital ratio) phased-in è pari al 14,75% (fully phased 13,93%).

Il risultato operativo è aumentato del 7,5%, a 402,9 milioni, mentre il margine di intermediazione si è attestato a 1,127 miliardi (+5,5%).

Gli accantonamenti per rischi e oneri sono pari a 17,7 milioni di euro (8,2 milioni di euro a fine 2014). Le rettifiche nette di valore su crediti si attestano a 113,8 milioni di euro, rispetto a 114,9 milioni di euro nel 2014 (-1%).

Il Roe consolidato è salito al 7% dal 6,8% del 2014.

Le sofferenze nette su impieghi sono pari all'1,58% (rispetto all'1,55% del 2014). La percentuale di copertura dei crediti in sofferenza è del 60,8% (58,6% a fine 2014). I crediti problematici totali netti sono pari a 793 milioni di euro, rispetto a 797,4 milioni nel 2014.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia