Mercato auto molto positivo ma ancora lontano da 2007 - Anfia e Unrae

lunedì 1 febbraio 2016 18:40
 

TORINO, 1 febbraio (Reuters) - Il netto scatto delle immatricolazioni di gennaio fa contenti gli operatori del settore ma le associazioni dei produttori nazionali e delle case estere, Anfia e Unrae, sottolineano la distanza che resta ancora con i dati pre-crisi e il ruolo che il rinnovo del parco circolante potrebbe avere sulla qualità dell'aria delle nostre città.

"Il 2016 apre in positivo per l'auto in Italia, con una buona crescita a gennaio (155.157 vendite). Teniamo comunque a ricordare che i volumi del primo mese del 2016 sono ancora lontani dai livelli pre-crisi: a gennaio 2007 le unità immatricolate erano state 250.3112", commenta in una nota il presidente Anfia, Aurelio Nervo.

Il commento di Unrae sottolinea "il prosieguo di poderose azioni commerciali messe in campo dalle Case con le loro Reti e la pressione emotiva dei blocchi della circolazione derivanti dai piani per il contenimento dello smog".

Sul tema smog "il Governo non può ignorare che all'attuale velocità di sostituzione ci impiegheremo molti anni a smaltire le auto vecchie", dice il presidente Unrae, Massimo Nordio.

"La soluzione è a portata di mano - prosegue Nordio - basta guardare alla Spagna al suo ottavo piano di sostegno al rinnovo del parco, mentre in Italia il programma di detraibilità di parte dei costi d'acquisto della vettura, sperimentato con evidente successo per le ristrutturazioni edilizie, giace ancora inascoltato".

(Gianni Montani)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia