RPT-CONTI 2015-Fiat Chrysler, risultati in linea, dubbi su target al 2018

martedì 26 gennaio 2016 18:25
 

MILANO, 26 gennaio (Reuters) - Fiat Chrysler (Fca) dovrebbe diffondere risultati 2015 in linea con le previsioni, ma il mercato si chiede se l'AD, Sergio Marchionne, riuscirà a mantenere la promessa sugli obiettivi finanziari al 2018.

Domani il gruppo annuncia i numeri dello scorso anno più una revisione del piano industriale.

I target 2015, forniti dal gruppo ad agosto e ribaditi a ottobre, includono: ricavi netti a 110 miliardi di euro; Ebit adjusted ad almeno 4,5 miliardi; utile netto adjusted a 1,2 miliardi, eps a 77 cent; debito netto industriale compreso tra 6,6 e 7,1 miliardi.

Per il piano al 2018, Marchionne ha detto che, considerato lo scenario mutato sul fronte dell'economia globale, il gruppo dovrà rivedere al ribasso le previsioni sui volumi, ma riuscirà a raggiungere i target finanziari, che includono un utile netto di 5 miliardi e debito netto industriale vicino allo zero.

"Ambizioso non è un termine adeguato, 'fantasilandia' sarebbe probabilmente più appropriato", scrive Max Warburton, analista di Bernstein, storicamente negativo su Fca, parlando degli obiettivi al 2018.

Ma su 23 analisti, solo tre (oltre a Warburton che ha underperform) hanno giudizio "sell", manifestando fiducia in futuri apprezzamenti delle azioni del gruppo automobilistico.

Fca dovrebbe puntare su un maggiore ruolo per il marchio Jeep, mentre alcuni modelli Alfa Romeo e Maserati potrebbero subire ritardi. E' probabile che si focalizzi su Nord America ed Europa per compensare la debolezza in altre aree.

Nel 2014, Fca ha promesso un balzo delle vendite in America Latina e una maggiore presenza in Asia, soprattutto grazie alla produzione locale di Jeep. Ma la crescita economica ha subito una pesante battuta d'arresto in entrambe le aree.

Maserati è in una fase di stallo, con vendite in calo e margini dimezzati al 5% nei primi nove mesi del 2015. Il SUV, che doveva andare in produzione a Mirafiori, è in ritardo di diversi mesi. Il gruppo ha presentato la nuova Alfa Romeo Giulia a giugno, ma il nuovo modello deve ancora essere messo in vendita.   Continua...