January 15, 2016 / 4:38 PM / 2 years ago

PUNTO 1-Banco Popolare, trattative avanzate con Bpm, fiducia su intesa - Saviotti

4 IN. DI LETTURA

(aggiunge dettagli, background)

di Andrea Mandalà

MILANO, 15 gennaio (Reuters) - Banco Popolare esprime fiducia che si possa arrivare ad una conclusione positiva delle trattative, in fase avanzata, per quella che potrebbe essere la prima operazione di fusione tra le popolari dopo la riforma voluta dal governo Renzi quasi un anno fa.

"Non ci siamo ancora ma sono convinto che ci si possa arrivare", ha detto Saviotti a Reuters.

L'AD ha confermato che i colloqui con la popolare milanese sono in fase avanzata anche se, in maniera prudente, rimane cauto sui tempi.

"Siamo avanti, ma ci vuole tempo", ha detto.

Secondo quanto riferito da alcune fonti vicine alla vicenda i tempi sarebbero molto stretti, pur in presenza di un serio tentativo di Ubi di rimanere in partita. Le prossime due settimane sono viste come quelle decisive per mettere i sigilli su un accordo che porterebbe alla creazione del terzo gruppo bancario in Italia con asset combinati per oltre 170 miliardi di euro.

L'obiettivo sarebbe quello di riuscire ad annunciare un avvio formale delle trattative, che potrebbe configurarsi come un memorandum of understanding, già a metà febbraio. Al più tardi, secondo altre fonti, all'inizio del mese successivo.

Saviotti non ha mai nascosto la propria convinzione che Pop Milano sia un partner ideale per il Banco Popolare, definendo già ad ottobre del 2014 un matrimonio tra i due istituti come "un sogno".

Considerato anche che le due banche hanno una capitalizzazione simile (4,2 mld del Banco Popolare contro i 4 mld di Bpm) l'operazione si configurerebbe come un 'merger-of equal'. Punto debole secondo alcuni analisti, è la mole di non performing loans del Banco. Secondo uno studio di Exane, però, il tema asset quality non sarebbe un impedimento al merger dato che il banco ha già fatto pulizia di bilancio e superato i test Bce.

Lo schema della governance, di tipo monistico, vede l'attuale AD di Bpm Giuseppe Castagna, AD del nuovo gruppo, il presidente del Banco Popolare, Carlo Fratta Pasini, alla presidenza della nuova realtà mentre Saviotti, che è in più occasioni si è detto disponibile a fare un passo indietro, dovrebbe assumere la guida del comitato esecutivo.

Dal punto di vista di struttura societaria Banco Popolare offrirebbe ai milanesi ampie garanzie con una autonomia di 3-6 anni, e una valorizzazione degli sportelli in Lombardia delle due banche che si concentrerebbero sotto Bpm (tranne quelli di Lodi, Crema e Cremona).

Il board avrebbe 7 uomini espressione di Bpm e 9 di Banco Popolare oltre a tre indipendenti.

Quanto alla sede, tra i nodi più delicati del dossier, la soluzione sarebbe per una doppia sede, una legale a Milano e uan operativa a Verona.

Ubi Tenta Rilancio

Negli ultimi giorni, anche a fronte di un'accelerazione dei colloqui sull'asse Milano-Verone, Ubi ha messo sul tavolo una nuova proposta migliorativa per la Bpm rispetto alle precedenti offrendo maggiore autonomia e più equilibrio nei bord tra le due componenti.

Tuttavia potrebbe non essere ancora sufficiente per superare quella dei rivali, secondo le fonti. Dal momento che la capitalizzazione è molto diversa (5,7 miliardi) Ubi non può offrire un 'merger of equal' e ci sarebbero maggiori problemi dal punto di vista della governance.

Quest'ultima, nell'ambito di un sistema duale, prevede infatti Victor Massiah AD del nuovo polo, e Castagna Dg. La presidenza sarebbe espressa dalla parte Popolare Milano. La sede legale è prevista a Milano.

In un ottica di banca federale quale è Ubi, Popolare Milano sarebbe autonoma per un periodo limitato, ma l'idea è di arrivare a una fusione.

Secondo gli analisti la proposta Ubi garantirebbe maggiore solidità patrimoniale e minore possibilità di take-over, sia per le dimensioni, sia per la presenza di uno zoccolo duro di azionisti sul fronte bresciano e bergamasco, ma sarebbe più debole per Bpm, sotto il profilo della governance.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below