Intesa SP, Comp.San Paolo non ha fretta di cedere quota, entro aprile piano a Mef

mercoledì 13 gennaio 2016 19:37
 

MILANO, 13 gennaio (Reuters) - Compagnia San Paolo non ha fretta per la cessione della porzione della quota in Intesa Sanpaolo necessaria in accordo al protocollo d'intesa siglato da Acri e Mef la scorsa primavera.

Lo ha detto Luca Remmert, presidente dell'ente torinese azionista di Intesa Sanpaolo con il 9,4% e che dovrà scendere entro aprile 2018 intorno al 6% per effetto del protocollo.

"Non abbiamo fretta, siamo sul mercato", ha detto rispondendo a margine di un convegno a chi gli chiedeva se già quest'anno ci sarebbero state cessioni.

L'accordo Acri-Mef prevede che le fondazioni non possano detenere quote nelle banche il cui valore sia oltre un terzo del patrimonio totale.

"Innanzitutto presenteremo al Mef il nostro piano generale di dismissioni entro il 22 aprile di quest'anno e lo faremo con l'adviser Lazard", ha poi aggiunto.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia