7 agosto 2009 / 13:38 / 8 anni fa

PUNTO 1 -South Stream:esagerato dire successo Berlusconi-Turchia

(Aggiunge replica Berlusconi)

ISTANBUL/ROMA, 7 agosto (Reuters) - "Esagerata". Così una fonte governativa turca di primo piano ha definito la rivendicazione avanzata dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi di un successo personale nell'ambito dei colloqui bilaterali di ieri tra Turchia e Federazione Russa in campo energetico, conclusi con la firma di un accordo. Berlusconi rivendica però il suo ruolo di mediatore, dicendo che lo ha fatto su esplicita richiesta di ciascuno dei due premier russo e turco.

Con l'accordo siglato ieri ad Ankara sul gasdotto South Stream, il primo ministro russo Vladimir Putin ha ottenuto che Mosca possa trasportare il gas naturale in Europa passando per le acque territoriali turche evitando l'Ucraina, e la Turchia ha fatto il primo passo per diventare un hub energetico strategico.

L'accordo era già stato raggiunto quando il governo turco ha ricevuto una richiesta all'ultimo momento da parte di Berlusconi, che ha voluto partecipare alla cerimonia della firma ad Ankara con Putin e il primo ministro turco Tayyip Erdogan, ha detto la fonte a Reuters.

La sorpresa è cresciuta, spiega la fonte, quando è stato chiaro che Berlusconi rivendicava la firma degli accordi come un successo personale.

"Questo è il genere di cose che potrebbe costituire un problema sul piano diplomatico. Ma dal momento che si tratta di Berlusconi ha fatto solo sorridere i due leader", ha continuato la fonte.

Il sito di Palazzo Chigi dice che la partecipazione della Turchia al progetto South Stream è "un successo personale del presidente del Consiglio".

"L'accordo sulla realizzazione dell'oleodotto Samsun-Cheyan, rappresenta un altro successo della mediazione di Palazzo Chigi", si legge sul sito.

La fonte del governo turco sostiene che sia esagerato dire che Berlusconi ha giocato un simile ruolo nella stipula dell'accordo.

BERLUSCONI: HO AGITO SU MANDATO DI PUTIN E ERDOGAN

Berlusconi rivendica però di aver agito su richiesta dei due leader turco e russo e che è innegabile il successo del suo intervento.

"Saranno quelli dell'opposizione a Erdogan", ha replicato a Roma in una conferenza stampa a una giornalista italiana che citava la notizia della Reuters sulle perplessità della Turchia per il suo intervento al vertice.

"Io ho fatto una grande attivita su mandato specifico del premier Putin nei confronti di Erdogan e una grande attività su mandato esplicito del premier Erdogan nei confronti di Putin", ha detto il presidente del Consiglio italiano.

"Eravamo molto interessati, siamo molto interessati, la nostra più importante azienda, l'Eni, è protagonista sia nel South Stream che negli oleodotti. Abbiamo ottenuto che si possa realizzare il Southstream in acque territoriali turche e abbiamo ottenuto che la federazione russa entri come partner negli oleodotti. Se questo non è un grande successo lo lascio dimostrare a lei", ha aggiunto.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below