Btp riduce calo, spread in area 295 pb, attesa voto fiducia mercoledì

lunedì 30 settembre 2013 13:36
 

MILANO, 30 settembre (Reuters) - Il mercato obbligazionario
italiano - dopo la decisa scivolata dell'apertura - riduce il
calo nel corso della mattinata, tra prese di beneficio e caute
speranze di una vita d'uscita alla crisi politica innescata
dalle dimissioni dei ministri del Pdl su indicazione di
Berlusconi. 
    Stamane lo spread di rendimento tra Btp e Bund
 dopo essere balzato in apertura oltre 300 punti
base, riportandosi sui massimi dalla fine dello scorso giugno
, ha poi frenato e si è stabilizzato a metà
seduta in area 293 pb su piattaforma Tradeweb. Da sottolineare
che proprio oggi si è avuto il passaggio da parte di Tradeweb a
un nuovo benchmark per il decennale, dal Btp maggio 2023 al Btp
marzo 2024. 
    Così il raffronto tra il Bund decennale maggio 2023 (1,72%)
e il 'vecchio' decennale (4,51%) è a 279 pb, mentre il raffronto
tra lo stesso Bund il 'nuovo' Btp decennale (4,65%) è a 293 pb. 
    La chiusura di venerdì - tra Bund e 'vecchio' Btp era a 270
pb con il rendimento del 'vecchio' Btp a 4,422%.
    Pesante anche Piazza Affari, con l'indice Ftse Mib 
che - dopo un calo in area 2%, la più significativa tra le
principali borse europee, si assesta a -1,8% a metà seduta. 
    
    SCENARI VARIEGATI, ATTESA GIORNATA CRUCIALE MERCOLEDì 
    Tra gli strategist gli scenari vanno da quello attendista a
quello più catastrofico, con un solo punto chiave comune: la
giornata di mercoledì, con il voto di fiducia sul governo Letta.
    "Saranno due/tre giorni di sofferenza per il mercato, in cui
gli investitori staranno tra il cauto e il guardingo, pronti a
muoversi in una direzione o nell'altra" dice uno strategist.
"Stamane abbiamo visto credo il minimo di questa primissima
fase. Quella che inizierà dopo mercoledì sarà tutta da vedere.
Ed è per questo che occorre muoversi con grande cautela".
    Sul voto di fiducia in Parlamento si sta facendo la conta
dei voti che potrebbero essere a sostegno dell'attuale governo
Letta o a un Letta-bis, alla luce dei distinguo giunti nelle
ultime ore dagli stessi ministri di centrodestra e da diversi
esponenti del Pdl - contrari alla linea dura della rinata Forza
Italia - oltre che da alcuni transfughi grillini
. 
    "Il mercato nel corso della mattinata ha digerito la nuova
incertezza politica e prova a stabilizzarsi" dice Alessando
Giansanti, strategsit di Ing. "Il rendimento del Btp decennale -
dall'attuale livello - potrebbe arrivare verso il 4,80/90% con
lo spread anche fino in area 345/350 punti base, che
corrisponderebbe a quell'area in cui si era mosso a febbraio
quando c'erano state le elezioni in Italia e successivamente non
si riusciva a formare un governo. Diverso sarebbe se si
arrivasse ad elezioni anticipate: in quel caso potremmo vedere
il rendimento salire al 5%".
    
    OCCHI A RATING, LEGGE STABILITA' 
    Le vicende politiche si intrecciano poi con le decisioni
delle agenzie di rating, che, da giorni, rumour vedono sul piede
di guerra per un downgrade dell'Italia, smentito venerdì dal
Tesoro. 
    "Ci aspettiamo ora un downgrade del merito creditizio
dell'Italia visti i maggiori rischi sul fronte fiscale che
insorgono in questo clima di instabilità" scrive in una nota
Vincenzo Longo di Ig Markets. "Il taglio del rating potrebbe
arrivare da Fitch, che al momento ha un merito creditizio un
gradino più alto rispetto a quello di Moody's e Standard&Poor's.
Riteniamo che il taglio arriverà a chiusura di mercati tra
questa sera e mercoledì. Probabilmente le agenzie potrebbero
proprio attendere l'esito della fiducia di Letta prima di
agire". 
    Se arrivasse un downgrade il mercato potrebbe vedere un
nuovo scivolone. Soprattutto se arrivasse da Dbrs, l'unica
agenzia che ha ancora una valutazione in area 'A' sull'Italia:
un suo declassamento nell'area 'B' provocherbbbe da parte della
Bce un aumento degli haircut, che potrebbe incrementare le
vendite di titoli italiani. 
    Ma le conseguenze negative di questa spirale non sarebbero
finite. Il superamento della soglia del 5% per il rendimento del
Btp decennale "potrebbe richiedere un'attivazione del piano OMT
della Bce visto l'ingente ammontare del debito pubblico" scrive
ancora Long, aggiungendo che però "rimangono forti dubbi al
riguardo".
    Sull'argomento sono attese domande alla conferenza stampa
della Bce che questo mese si svolgerà a Parigi mercoledì 2. 
    In tutto questo si inserisce l'approvazione della Legge di
Stabilità entro il 15 ottobre e con un governo peraltro chiamato
ad una mini-manovra necessaria per correggere il lieve
sforamento del deficit italiano nel 2013 rispetto ai parametri
europei. 
    "Mercoledì Letta non dovrebbe accettare distinguo, tutti i
partiti dovranno prendere una posizione chiara sul loro sostegno
al governo" dice Loredana Federico, economista di Unicredit.
"Letta, nel suo discorso prima del voto di fiducia,
probabilmente delinerà richieste per: la completa autonomia del
proprio governo rispetto ad ogni decisione del Senato sul
destino politico di Berlusconi; forte sostegno ad una incisiva
legge di Stabilità da presentare per metà ottobre; un accordo
per la rapida riforma della legge elettorale; e probabilmente la
possibilità di andare avanti con le riforme istituzionali e la
presidenza italiana dell'Ue nel secondo semestre del 2014"
    
============================ 13,05 ===========================
FUTURES BUND DICEMBRE       140,58   (+0,13)
FUTURES BTP DICEMBRE        109,68   (-0,77)        
BTP 2 ANNI (GIU 15)     101,922  (-0,157) 
2,058%BTP 10 ANNI (MAR 24) *  99,145    ---    
4,655% BTP 30 ANNI (SET 44)    93,928  (-0,574) 
5,210% 
========================= SPREAD (PB)========================== 
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   88            89 
BTP/BUND 2 ANNI          189           182        
BTP/BUND 10 ANNI      *274           257 
  livelli minimo/massimo            257,3-270,1  257,3-270,1   
BTP/BUND 30 ANNI       263           258
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   259,7         243,9  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                 * 55,5         75,0 

    * Da oggi per tradeweb il nuovo Btp decennale bechmark è il
marzo 2024 e non più il maggio 2023. 
============================================================== 
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia