BUZZ BORSA-Luxottica in forte calo, broker cauti su terzo trimestre

venerdì 7 ottobre 2016 11:51
 

MILANO, 7 ottobre (Reuters) - ** Luxottica debole in borsa, dove veste la maglia nera del FTSEMib con un calo dell'1,6% a 40,5 euro con volumi elevati. In mattinata è scivolata fino a 39,92 euro, nuovo minimo da quasi due anni.

** Molti broker hanno pubblicato oggi studi in cui esprimono cautela sui ricavi del terzo trimestre, in agenda il 24 ottobre, e tagliano le stime sull'anno, anche se tutti si aspettano che la guidance del gruppo, abbassata lo scorso luglio, verrà confermata (fatturato +2-3% a cambi costanti).

** "Il terzo trimestre non sarà probabilmente un catalizzatore positivo, soprattutto nel settore wholesale", dice Barclays che ha tagliato le stime di vendite organiche per il 2016 a +2%. "Se il 2016 è inferiore alle nostre aspettative, (...) continuiamo a stimare una crescita organica del 6,7% nel 2017. Crediamo nei fondamentali di lungo termine e ribadiamo il giudizio overweight con target a 58 euro", conclude il broker.

** Conferma il giudizio positivo ("overweight") anche Credit Suisse che però taglia il target a 50 da 52 euro. La cautela sul terzo trimestre viene soprattutto dai timori di un settore ancora debole in Nord America (che vale il 60% dei ricavi), nonostante l'attesa di un miglioramento delle vendite di occhiali da sole. Credit Suisse ha quindi ridotto le stime sui ricavi di circa il 2% nei prossimi tre anni e di circa il 4% sull'Eps, "portandoli in linea con il consensus". Considera attraente la valutazione del titolo rispetto ai concorrenti (30% di sconto sul produttore di lenti Essilor ).

** Anche Raymond James (outperform, target a 51 da 55 euro) chiama in causa il mercato del Nord America (occhiali da vista e politiche di prezzo su Ray-Ban) oltre che la ristrutturazione in corso in Cina per spiegare la riduzione delle attese sul terzo trimestre e sull'anno (+2% i ricavi organici nel 2016).

** Exane Bnp Paribas fa invece un ragionamento industriale mettendo in luce il rischio di "collisione" tra Luxottica e Essilor per la crescente convergenza tra i due mondi (produzione e distribuzione di occhiali da un lato, produzione di lenti dall'altro). Entrambi i gruppi stanno invadendo il campo dell'altro, ma una dura competizione, soprattutto sui prezzi, sarebbe negativa, dice Exane che prevede uno scenario di "pace armata". Un'opzione "atomica", per Essilor, sarebbe invece l'acquisizione di un competitor di Luxottica come SAFILO , conclude.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon "Pagina Italia" o "Panorama Italia" Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia