Mercato auto 2016 visto in crescita due cifre a 1,85 milioni

lunedì 3 ottobre 2016 18:38
 

TORINO, 3 ottobre (Reuters) - L'andamento decisamente positivo delle vendite di auto in settembre rafforza le previsioni di un 2016 in miglioramento a due cifre rispetto allo scorso anno.

"Il risultato del mese di settembre conferma la nostra previsione di un mercato quest'anno vicino a 1.850.000 immatricolazioni, con una crescita a doppia cifra, migliore delle aspettative di inizio anno", commenta in una nota il presidente Unrae, Massimo Nordio, che critica invece la prevista riduzione nel 2017 del superammortamento per le auto aziendali.

Una nota Anfia sottolinea che "i livelli di mmatricolazioni di settembre 2016 non si toccavano dal 2010. Con settembre è il 28esimo incremento mensile consecutivo per il mercato italiano, nuovamente a doppia cifra, come già ad agosto, dopo il rallentamento di luglio. Un risultato che determina un buon ingresso nel quarto trimestre dell'anno".

Anche il Centro Studi Promotor sottolinea che il mercato 2016 sarà migliore delle previsioni.

"Proiettando questo tasso di sviluppo sull'intero anno si ottiene un volume di immatricolazioni di 1.850.000, livello che nessuno aveva previsto e che costituisce un importante passo avanti verso il ritorno del mercato automobilistico italiano alla normalità, anche se il gap rispetto al livello ante-crisi del 2007 è ancora del 25,8%, dice il presidente Gianprimo Quagliano.

"Il risultato di settembre riassume l'intero ultimo trimestre in cui si sono alternate promozioni efficaci per gli acquisti delle famiglie italiane ma anche importanti dosi di km 0", dice una nota Federauto.

L'associazione dei concessionari "rileva il trend di crescita del mercato su valori tendenziali doppi rispetto agli incrementi stimati dai vari analisti a fine 2015. C'è però da chiedersi quanto sia il vero incremento e quanto il frutto di vendite 'artificiose' che tutti utilizzano in un mondo di concorrenza spietata, senza esclusione di colpi. Ciò premesso il mercato 2016 si avvia a chiudere a oltre 1.800.000 immatricolazioni".

(Gianni Montani)   Continua...