Prelios, cordata Buaron-Caputi e soci resta fuori da Cda

giovedì 19 maggio 2016 15:20
 

MILANO, 19 maggio (Reuters) - La cordata di investitori entrati nel capitale di Prelios con una quota di oltre il 20% durante l'aumento di capitale di febbraio e che conta tra i maggiori soci Daniel Buaron e Massimo Caputi resterà per il momento senza rappresentanti nel Cda di Prelios.

L'assemblea della società di servizi immobiliari ha infatti deliberato, a seguito dell'uscita dell'AD Sergio Iasi, la riduzione del numero dei consiglieri da 11 a 10 con il voto favorevole di circa il 62% dei presenti, secondo una nota.

E' stata quindi respinta la proposta di Negentropy Capital Partners, società parte della cordata che detiene il 23% del capitale, di ampliare il numero dei membri del consiglio da 11 a 13 in modo da permettere l'entrata in consiglio di rappresentanti della cordata stessa.

Secondo quanto riferisce una persona presente all'assemblea, l'ex AD dell'Enel Fulvio Conti, che detiene una piccola partecipazione nella cordata, oggi è intervenuto in assemblea, proponendo i nomi di Ferruccio Ferrara, Sylvia Bartyan e Alexis De Dietrich per integrare il consiglio.

L'attuale consiglio, che era stato nominato prima dell'entrata della cordata, scade a fine 2017.

I maggiori soci di Prelios sono Pirelli con il 12,85%, Unicredit con l'11,71% e Intesa Sanpaolo con il 10,22%.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

  Continua...